FACILITÀ D'USO & MANUTENZIONE



Al primo utilizzo lavare bene tutti gli elementi del sistema di cottura, sciacquare con acqua calda e asciugare con un panno morbido.

Consigliamo sempre di asciugare dopo il lavaggio, oltre ad essere igienico, si previene la formazione di aloni e macchie dovuti al calcare.

Sui sistemi di cottura e gliutensili sconsigliamo l'utilizzo di detergenti specifici per acciaio in quanto venendo costantemente a contatto con alimenti è bene evitare che siano lavate con sostanze tossiche e pericolose, inoltre essendo molto aggressivi finiscono con il danneggiare l'acciaio.
Questi prodotti si possono tranquillamente sostituire con normali detergenti liquidi per piatti o con rimedi naturali sicuramente non tossici e meno costosi.

Se ci accorgiamo che ci sono puntini o macchie da eliminare, basta far decantare per qualche minuto un pò di aceto bianco e procedere con il lavaggio, anche succo di limone e bicarbonato di sodio possono essere utilizzati allo stesso modo.

Per eliminare incrostazioni e residui di cibo si consiglia di riempire il recipiente con acqua e sapone neutro e far bollire per qualche minuto, la successiva pulizia risulterà agevole.

Per le macchie di ruggine preparare una pastella formata da 3 parti di sale fino e 1 di succo di limone, lasciare agire sulla macchia per una ventina di minuti oppure strofinare la macchia di ruggine con un pezzo di carta di alluminio da cucina e procedere con il consueto lavaggio.

Manutenzione per la formazione di macchie sulla superficie delle pentole


Macchie biancastre o dorate

Fenomeno chiamato pitting, una corrosione della superficie causata dal sale indisciolto, tali macchie non alterano la qualità e la funzionalità della pentola e non sono riconducibili a difetti di fabbricazione, ricordatevi di aggiungere sale sono con acqua o liquidi di ebollizione.

Macchie bianche

Fenomeno naturale di macchie bianche di calcare dovuto alla durezza dell'acqua, anche in questo caso la qualità e la funzionalità delle pentole non viene intaccata. Si possono rimuovere pulendo la pentola con un panno morbido e aceto diluito.

Aloni bluastro-violacei

Caratteristica colorazione che può assumere la superficie della pentola dovuta ad alcuni prodotti utilizzati per la cottura o all'amido contenuto in alcuni alimenti come la pasta o il riso, possono essere facilmente rimossi utilizzando un panno morbido imbevuto in suco di limone o aceto.

Colorazione "bronzea"

Si può trovare sulla superficie interna ed esterna (soprattutto sul fondo), in seguito a surriscaldamento, non lasciare il recipiente vuoto sul fuoco e regolare la fiamma in modo da non farla debordare, il surriscaldamento eccessivo può rovinare l'acciaio.

 

QUALCHE CONSIGLIO PER TE


Per ridare lucentezza e brillantezza all'acciaio si può utilizzare l'olio d'oliva, metterne qualche goccia su di un panno umido, strofinare bene la superficie da lucidare e asciugare con un panno morbido. L'olio di oliva ha anche una funzione protettiva per l'acciaio


Lavare le pentole dopo ogni utilizzo, o riempire il recipiente con acqua calda, il contatto prolungato con alimenti, sali o acidi potrebbe intaccare il metallo e dare origine alla formazione di macchie e aloni.


Non usare pagliette di ferro o strumenti analoghi per la rimozione dei residui solidi e induriti di cibo.

Sia nel lavaggio a mano che in lavastoviglie non usare mai detergenti o disinfettanti contenenti candeggina (ipoclorito di sodio), sale o altri prodotti contenenti cloruri (controllare che non compaia il cimbolo C1 nella loro composizione chimica).


Non lasciare chiusa la lavastoviglie dopo il lavaggio con le stoviglie all'interno.


Sciacquare bene dopo ogni lavaggio e asciugare gli utensili prima di riporli ed evitare il contatto con altre stoviglie di materiali diversi dall'acciaio.

Seguici sui social: